New York, (TMNews) - Risarcimento record e tante scuse. Il dipartimento di Giustizia statunitense dovrà pagare 4,1 milioni di dollari, circa 3 milioni di euro, a Daniel Chong uno studente di San Diego, arrestato per sbaglio durante un raid della l'agenzia antidroga, e 'dimenticato' in cella per quattro giorni e mezzo, senza cibo e acqua."Ho dovuto fare quello che ho fatto per sopravvivere, ho dovuto bere la mia urina" ha raccontato Daniel Chong.Nell'aprile del 2012, lo studente ventitreenne di ingegneria, fu arrestato in casa di un amico, dove era in corso una festa. Dopo essere stato interrogato gli fu detto che sarebbe stato rilasciato "in un minuto". Ma per ragioni che non sono ancora chiare, il ragazzo fu lasciato in una piccola cella senza finestre, acqua, cibo e servizi igienici.Daniel era convinto che sarebbe morto e per questo si è inciso sul braccio un messaggio di addio alla madre con un pezzo di vetro.