Milano, (TMNews) - Allevavano illegalmente frutti di mare tra i pontili del porto di La Spezia, in Liguria. I mitili, potenzialmente pericolosi per la salute dei consumatori, erano destinati a rifornire il mercato illegale senza le previste depurazioni, a danno delle imprese che operano nella legalità e soprattutto di chi, ignaro, li avrebbe mangiati.L'attività è stata scoperta e sventata dalla Guardia di Finanza della città ligure. Smantellati tre grossi impianti abusivi di coltivazione di cozze, abilmente occultati all'interno dello scalo; quattro le tonnellate di mitili non commestibili sequestrate e avviate alla termodistruzione.