Roma, (TMNews) - Erano ciechi per l'Inps ma in realtà ci vedevano benissimo. C'era chi guidava il furgone, chi la microcar. Altri facevano la spesa nei supermercati scegliendo oculatamente i prodotti tra gli scaffali. Un signore usava con disinvoltura lo smartphone mentre una donna ogni mattina si dava al jogging in un parco di Roma.In tutto sono 40 i falsi ciechi scoperti in un anno dai carabinieri del comando provinciale della capitale al termine di una intensa attività di accertamenti e verifiche su 759 persone. Erano state dichiarate invalide per cecità assoluta e per questo beneficiarie di indennità da parte dell'Inps.I falsi ciechi scoperti dai carabinieri dovranno rispondere di truffa aggravata ai danni dello Stato per un danno erariale accertato di oltre 3.583.000 euro. Oltre alla pensione di invalidità, i falsi ciechi percepivano anche l'indennità di accompagnamento per un totale di circa 1.100 euro al mese. Una truffa che per alcuni di questi andava avanti da molti anni.