Roma, (askanews) - Scoperta una maxi frode fiscale da 56 milioni di euro. La Guardia di Finanza di Ancona, infatti, ha portato a termine l'operazione denominata "Black Fashion", riguardante una ingente evasione fiscale messa in atto da un imprenditore marchigiano operante nel settore della moda e dell'organizzazione di eventi e spettacoli anche televisivi, trasmessi sulle reti nazionali.Le indagini delle Fiamme Gialle hanno fatto emergere una frode ai danni dell'Erario scaturita da un giro di fatture false per 56 milioni di euro e una imposta sul valore aggiunto evasa per 11 milioni di euro. Per questo il tribunale di Ancona ha emesso un decreto di sequestro per un equivalente di beni pari a 20 milioni di euro per case, ville, macchine e valori.Coinvolte nella maxi-frode 22 società italiane, di cui 11 cartiere, e 2 società irlandesi anche queste cartiere. Diciannove le persone denunciate responsabili di vari reati di natura tributaria: 3 sono state anche denunciate per il reato di riciclaggio.