Roma, (askanews) - Proseguono a Villagrazia di Carini, in provincia di Palermo, le operazioni di scavo alla ricerca dei corpi degli imprenditori Antonio e Stefano Maiorana, padre e figlio scomparsi il 3 agosto del 2007. Da alcuni giorni le ruspe dell'esercito, su disposizione del pm della Dda Roberto Tartaglia, sono al lavoro in un area incolta di contrada Serracardillo, in una zona in cui sorgono numerose ville, molte rimaste in fase di costruzione, con la speranza di trovare qualcosa.Un mistero lungo otto anni quello dei Maiorana, nonostante le numerose piste seguite dagli investigatori, dalla fuga volontaria a quella mafiosa. Gli imprenditori sono stati visti l'ultima volta all'interno del cantiere di Isola delle Femmine nel quale lavoravano, da allora è come se fossero spariti nel nulla.Anni fa un testimone disse di averli riconosciuti in una discoteca di Barcellona, ma venne smentito dalle indagini. Un giallo che ha interessato anche Cosa Nostra, al punto che alcuni pentiti hanno riferito di un'istruttoria interna promossa dal boss Salvatore Lo Piccolo, arrestato pochi mesi dopo la sparizione dei Maiorana, interessato a capire cosa ci fosse dietro a questa vicenda e alla loro scomparsa, avvenuta nel suo territorio d'influenza.