Genova (TMNews) - Un fiume di lavoratori dell'Amt, l'azienda che gestisce il trasporto pubblico, ha invaso Genova dando vita per il terzo giorno consecutivo a cortei di protesta e ad uno sciopero selvaggio che sta bloccando senza tregua la città, soprattutto a causa del mancato rispetto delle fasce orarie garantite, condizione che ha provocato la paralisi del traffico.I lavoratori di Amt, a cui si sono aggiunti anche i dipendenti di Amiu e di Aster, altre società controllate dal Comune, stanno protestando contro la possibile parziale privatizzazione dell'azienda di trasporto pubblico, eventualità che secondo il sindaco Marco Doria non si verificherà fino a fine 2014.In questi giorni di proteste non sono mancati i momenti di tensione, con l'occupazione del consiglio comunale e il presidio davanti alla sede della tv genovese Primo Canale perprotestare contro il modo in cui l'emittente ha commentato lo sciopero selvaggio.