Roma, (askanews) - Disagi a Roma per lo sciopero del trasporto pubblico locale. Lo stop di 24 ore indetto in tutta Italia dal sindacato Usb per protestare, tra le altre cose, contro i provvedimenti del jobs act, le privatizzazioni e il mancato rinnovo del contratto fermo da 8 anni, ha avuto modalità diverse nelle varie città, nel rispetto della fasce di garanzia.Nella Capitale mezzi pubblici fermi dalle 8:30 alle 17:30 e dalle 20 a fine servizio. I disagi hanno riguardato soprattutto chi doveva spostarsi con la metropolitana. Chiuse le linee A, B e B1, regolare il tratto aperto della metro C, attivi ma con riduzione di corse i tratti ferroviari Roma-Viterbo, Roma-Lido, Termini-Giardinetti. Lunghe attese alle fermate degli autobus, ma alcune linee sono passate. Dai 20 ai 30 minuti di attesa circa in centro prima di riuscire a salire su un mezzo pubblico, quasi sempre sovraffollato."Pochi, molto pochi, ne ho preso uno però non era quello giusto, ora sto aspettando, forse lo vedo laggiù, ma non sono sicuro che sia quello giusto".Presi d'assalto i taxi, soprattutto dai turisti, difficile trovarne uno libero. Del tutto diversa la situazione a Milano, dove i lavoratori di Atm sono stati precettati per garantire il regolare afflusso dei visitatori dell'Expo e non creare disagi in città.