Sharm el-Sheik (askanews) - Ancora non sono chiare le cause dello schianto dell'aereo passeggeri russo nel Sinai, tra rivendicazioni dell'Isis e indagini che stanno seguendo la pista della bomba a bordo. Ma in ogni caso molte compagnie aeree per precauzione hanno deciso di fermare i voli su Sharm el-Sheik.Easyjet, Lufthansa insieme a linee aeree olandesi e ucraine hanno interrotto i collegamenti con la località turistica egiziana. La compagnia britannica Easyjet assicura che sta lavorando con Londra per il rimpatrio dei viaggiatori nella località sul Mar Rosso.A Sharm restano bloccati 20mila turisti britannici e 180 italiani. La Farnesina ha reso noto che i voli italiani per Sharm el Sheikh non sono interrotti ma invita i turisti a limitare gli spostamenti e a consultare i tour operator.Intanto il ministro degli Esteri egiziano ha definito "prematuro" lo stop deciso ai voli quando ancora l'inchiesta sul disastro aereo non è conclusa.(immagini AFP)