Rimini (TMNews) - No ai pregiudizi sul caso della decadenza di Silvio Berlusconi, ma sì alle larghe intese, ritenute necessarie per il Paese. Renato Schifani, dal Metting di Cl a Rimini, ridabisce la linea del Pdl sul Cavaliere, con un avvertimento agli alleati della "strana maggioranza"."Le chiusure - ha detto il capogruppo pidiellino in Senato - sono pregiudiziali e hanno una rilevanza politica, è un no politico al quale noi, se dovesse persistere, non potremmo che contrapporre un altro no politico".In pratica Schifani minaccia la possibile fine del "percorso comune" con il Pd, ma al tempo stesso, l'ex presidente del Senato ribadisce l'importanza delle larghe intese."Ho sostenuto - ha spiegato - e intendo continuare a sostenere questo governo di larghe intese perché ritengo che il nostro Paese abbia bisogno di un grande accordo storico tra le due forze più significative del Paese per intervenire con grandi riforme strutturali, dove occorre avere grande coraggio per fare delle scelte a volte impopolari".