Il Cairo (askanews) - Un rumore anomalo è l'ultimo suono registrato dalla strumentazione dell'aereo russo Metrojet prima di precipitare sul Sinai, in Egitto; solo un'analisi dello spettro sonoro potrà fare luce sull'origine del suono. Lo ha detto Ayman el Mokaddem, capo degli inquirenti egiziani che in una conferenza stampa ha spiegato a che punto sono le indagini.Ancora non si è arrivati ad una conclusione certa sulle cause dello schianto in cui sono morte 224 persone, ma l'ipotesi più battuta resta quella dell'attentato. Le macerie sono sparse per oltre 13 km, questo è compatibile "con una possibile esplosione in volo", ha detto il capo degli inquirenti, anche se "non è ancora possibile verificare l'origine dell'esplosione". Al lavoro per scoprire la dinamica c'è un team di 47 persone provenienti da diverse parti del mondo.