Milano (askanews) - Nel suo primo giorno da primo cittadino facente funzione, la vicesindaco di Milano, Anna Scavuzzo, ha rassicurato i cittadini sul rischio di paralisi della macchina amministrativa, ma anche auspicato che la sua reggenza sia più breve possibile. Dopo che ieri il sindaco Giuseppe Sala, a causa della sua iscrizione nel registro degli indagati nell'ambito dell'inchiesta sulla piastra Expo, si è preso un periodo di assenza è lei che, nella pratica, ne ha preso il posto, a partire dagli appuntamenti pubblici, come il convegno "Dagli scali, la nuova città", sugli scali ferroviari dismessi al quale Sala era atteso.

Scavuzzo comunque si sente di rassicurare i milanesi: "Sì, ieri abbiamo fatto giunta e abbiamo portato avanti tutte le delibere che era necessario portare avanti. Ognuno di noi ha un'agenda fitta, abbiamo cercato di rispettare tutti gli appuntamenti che erano in agenda, sia quelli del sindaco sia quelli di competenza della giunta. Stiamo facendo tutti del nostro meglio, il sindaco sa di poter contare su una squadra io credo particolarmente motivata a dare del suo meglio" ha aggiunto.

La vicesindaco ha poi sottolineato che esercita solo "le funzioni di sindaco perché il sindaco momentaneamente è impedito. Non è la prima volta". Un status di facente funzione già avuto anche in questa consiliatura: "Quando il sindaco era a Città del Messico, io ero facente funzione e non mi sembra che la città abbia avuto un contraccolpo. Ovviamente, oggi siamo in una situazione un po diversa, però vorrei rassicurare tutti: Milano è tranquillamente presidiata e tutto quello che deve avvenire dal punto di vista amministrativo lo stiamo presidiando tutti" ha proseguito.