Roma, (askanews) - Non si arresta l'ondata di sbarchi nelle coste del Mediterraneo. All'indomani dell'ennesima tragedia in mare che ha provocato diverse centinaia di morti nel Canale di Sicilia, la Guardia Costiera continua nelle sue attività di soccorso.L'ultima riguarda l'intervento della Nave Fiorillo a uno dei sei gommoni soccorsi: nelle operazioni sono state salvate complessivamente 638 persone.Altri 112 migranti sono stati soccorsi e fatti sbarcare mercoledì 22 aprile sull'Isola di Lampedusa.