Roma, (askanews) - Nel corso del 2014 sono sbarcate sulle coste dell'Italia meridionale 170.000 persone. Nei primi due mesi del 2015 il ritmo è cresciuto: 7890 migranti contro i 5.500 dell'anno scorso, è il 43% in più. E' quanto risulta da un dossier immigrazione redatto dal servizio studi del Senato, pubblicato ad aprile.Secondo il dossier gli stranieri presenti nelle strutture d'accoglienza al mese di febbraio 2015 sono in tutto 67.128.Le presenze più numerose risultano in Sicilia, circa 14mila persone. Seguono Lazio, Lombardia e Puglia.Sempre secondo il rapporto rispetto all'anno scorso risulta più che triplicato l'afflusso di profughi siriani e quello proveniente da Paesi del Corno d'Africa, soprattutto Somalia ed Eritrea. In prevalenza i migranti hanno meno di 36 anni e per il 70% sono maschi. Il numero dei minori sfiora il 20% e la maggioranza di questi ragazzini, il 70%, risultano non accompagnati.