Roma, (askanews) - "Mi si dice: cosa c'entra Saviano con Amici, Amici con Saviano. Certo sono due percorsi diversi, ma le contaminazioni mi piacciono. Trovo la possibilità di parlare al pubblico di giovani che segue Amici un privilegio": così - sulla propria pagina Facebook - lo scrittore partenopeo Roberto Saviano ha spiegato perché ha accettato di essere ospite del programma "Amici" di Maria de Filippi. "Mi si dirà: ma come, vai a Mediaset. Nel momento in cui mi viene garantita libertà, io voglio parlare al pubblico più grande che c'è", ha aggiunto Saviano. Per rispondere alla pioggia di critiche, l'autore di Gomorra ha citato inoltre il padre costituente Piero Calamandrei e la lotta partigiana. Nella lunga citazione, Saviano riporta le parole di Calamandrei sull'impegno di chi combattè per la libertà "senza retorica, senza grandi frasi, con semplicità, come se si trattasse di un lavoro quotidiano da compiere"."Perfezionarsi significa cambiare spesso: e per uno scrittore poter parlare a un pubblico così diverso è un grande privilegio e forse una sperimentazione poter portare queste storie a un pubblico che magari non le aspetta", ha concluso lo scrittore.