Parigi, 1 lug. (TMNews) - In stato di fermo, sotto interrogatorio: l'ex presidente francese Nicolas Sarkozy è stato posto in custodia cautelare dalla polizia francese di Nanterre, per un presunto caso di corruzione.Si tratta del cosiddetto caso delle intercettazioni telefoniche. Sarkozy avrebbe fatto pressioni su un giudice di cassazione per avere notizie su un'altra inchiesta, quella riguardante un presunto finanziamento della Libia alla sua campagna elettorale. Sarebbe indagato per influenza indebita e violazione del segreto istruttorio.E' una delle sei vicende giudiziarie che coinvolgono attualmente l'ex capo dello Stato.La custodia cautelare è una misura senza precedenti per un ex Presidente della Repubblica francese. Permetterà agli inquirenti di interrogare Sarkozy per un periodo di 24 ore, prorogabile di altre 24.Gli inquirenti intendono accertare se Sarkozy abbia cercato di ottenere informazioni dall'alto magistrato in cambio di un incarico di prestigio.Nell'ambito della stessa inchiesta erano stati arrestati l'avvocato di Sarkozy e presunto intermediario, Thierry Herzog, e il giudice coinvolto, Gilbert Azibert.