Milano, (TMNews) - Soprammobile decisamente fuori dal comune quello notato dalla Guardia di Finanza in un appartamento nel centro di Sondrio. I militari stavano infatti indagando nella casa di un appassionato di archeologia per reati tributari quando hanno scoperto un sarcofago egizio in legno che ha almeno 2.700 anni. L'uomo lo teneva dentro una teca di vetro, ma non ha saputo esibire alle Fiamme gialle i documenti necessari per poter conservare lecitamente un oggetto del genere. Per questo il sarcofago è stato sequestrato e l'uomo denunciato per illecita detenzione di beni culturali appartenenti allo Stato. Il reperto è in ottimo stato di conservazione ed è stato giudicato autentico da un esperto del museo egizio di Torino.