Roma, (askanews) - Matteo Salvini, Roberto Calderoli e alcuni parlamentari della Lega Nord, hanno manifestato davanti al ministero dell'Economia a Roma per chiedere il rispetto immediato della sentenza della Consulta sulle pensioni. Hanno esposto uno striscione davanti all'ingresso con scritto: "Pensioni: restituite il malloppo", poi sono entrati a chiedere che il governo ridia subito i soldi dovuti a tutti i pensionati, senza escludere le fasce più alte. "Entriamo al ministero e chiediamo di essere ascoltati, ha detto il leader del Carroccio, resteremo dentro a oltranza se servirà".Salvini ha definito il comportamento del governo e delministro dell'Economia Pier Carlo Padoan "inqualificabile"."Manca solo che il ministro e Renzi si inventino di risarcire ipensionati con i punti fragola dell'Esselunga e abbiamo sentitotutte le cazzate possibili. Devono ridare indietro i soldi con una lettera di scuse in allegato a sei milioni di persone".Se fosse lui ministro dell'Economia risolverebbe così:"Con l'applicazione dei costi uguali per tutti in sanità a tutte le Regioni io trovo i soldi da restutire ai sei milioni di pensionati derubati, se tasso la prostituzione togliendola dalle strade, porto a casa almeno tre miliardi di euro che mi servonoda restituire, se riduco le tasse al 15% torno attrattivo e porto in Italia tante imprese a investire che mi pagano le tasse, se applico la spending review porto a casa almeno una decina di miliardi di euro. C'è solo l'imbarazzo della scelta, basta volerlo".