Roma, (TMNews) - La Lega nord non vuole rinunciare all'immunità parlamentare, ma potrebbe accettare che fosse limitata alla libertà di parola. Lo spiega il segretario del Carroccio Matteo Salvini, secondo il quale "chi sbaglia paga", ma "il diritto di parola, di pensiero, di stampa va garantito a tutti" anche perchè "c'è qualche magistrato a cui evidentemente non piace chi non la pensa come lui".