Torino (askanews) - Qualche fischio e un "vergogna" hanno scatenato la reazione del leader leghista Matteo Salvini al salone del libro di Torino. La contestazione è avvenuta mentre salutava un gruppo di sostenitori, fra cui molti ragazzi. "Non poteva mancare la zecca rossa di turno", ha commentato Salvini.