Milano,(askanews) - Doppia contestazione a Milano per Matteo Salvini, durante un sopralluogo presso il condominio di via Pietro Crespi 10, a Milano. Al suo arrivo, alcuni consiglieri di Zona di Sel e del Pd hanno srotolato uno striscione nel cortile del palazzo, abitato da molti inquilini "morosi" e con diversi appartamenti sovraffollati. Momenti di tensione tra Max Bastoni, consigliere comunale leghista, che ha strattonato la scritta "Via Padova è sempre antirazzista" e i consiglieri di zona. Poco più tardi, nuova contestazione, questa volta all'esterno dell'edificio, di una ventina di giovani dei centri sociali. Salvini è stato accolto da urla e insulti, prima di allontanarsi in auto scortato dai poliziotti in borghese.