Napoli (TMNews) - "L'inseguimento è stato lungo, almeno 2 o 3 minuti. Siamo arrivati in fondo alla strada e ci hanno speronati. Appena Davide s'è alzato il carabiniere è sceso dalla macchina e gli ha sparato". Così Salvatore Triunfo, uno dei tre ragazzi che erano sul motorino che non si è fermato all'Alt dei carabinieri a Napoli, ha ricostruito i drammatici fatti di Rione Traiano che hanno portato alla morte del 17enne Davide Bifolco. Salvatore ora è indagato per resistenza a pubblico ufficiale mentre il carabiniere che ha sparato è stato denunciato per omicidio colposo.