Milano (TMNews) - Sono centinaia le vite salvate dagli uomini della Guardia Costiera italiana in quest'estate di sbarchi, resa ancora più drammatica dalle guerre che infiammano il medioriente. Sulle coste italiane sbarcano sempre più siriani, iracheni e afgani in fuga dalle violenze. E da questi Paesi arrivano molti dei quasi 300 migranti salvati nelle ultime notti nel Canale di Sicilia.Un barcone con a bordo oltre 200 persone, sovraffollato e in precarie condizioni, è stato soccorso dalla Guardia costiera di Siracusa, una volta raggiunte le acque italiane, allertata da una richiesta d'aiuto lanciata con un telefono satellitare da uno dei migranti. A bordo c'erano 39 donne e 79 minorenni. Altre 88 persone sono state salvate dopo che il loro barcone si era incagliato a circa 2 miglia dalla riva vicino Siracusa.