Palermo, (TMNews) - La manovra correttiva da 133 milioni di euro non passa l'esame dell'Assemblea regionale siciliana. L'aula ha rispedito in commissione Bilancio a Palermo il testo che prevedeva lo stanziamento dei fondi necessari al pagamento di 30mila lavoratori. Il rinvio, proposto dal centrodestra, è stato appoggiato dal Pd, ed ha acceso immediatamente la durissima replica del presidente della Regione Rosario Crocetta. "Non è un attacco al governo ma un'opposizione al popolo siciliano e decine di migliaia di lavoratori che non ricevono da mesi gli stipendi"Adesso il testo potrà essere votato solo fra 15 giorni. Il motivo dello scontro che ha portato al rinvio è la nuova modifica al testo base presentata dal governo. Tutto rinviato quindi. Ma la manovra dovrà ripartire dalla commissione Bilancio. Saltano così gli stipendi di maggio e probabilmente anche quelli di giugno.