Milano (askanews) - Milano non ha il mare, ma è la città italiana che conta il maggior numero di abitanti con in tasca una patente nautica. Per questo dal 2010 le sponde del Naviglio ospitano un vero e proprio salone nautico, Navigami, che quest'anno trova posto all'interno della Darsena, l'antico porto dove i barconi fino agli anni Settanta scaricavano sabbia e ghiaia. Vittorio Gargaglione, direttore eventi della società Navigli Lombardi."Noi abbiamo cominciato sette anni fa con la speranza di riportare Milano alla sua vocazione di città d'acqua. Purtroppo la Darsena non c'era, ma dopo sette anni riportiamo il porto in città. Navigami quest'anno ha raggiunto numeri record, abbiamo 42 imbarcazioni, i principali piccoli e medi cantieri della nautica lombarda e italiana, quindi siamo molto felici".Una vetrina per gli addetti ai lavori che va dal motoscafo di quasi 11 metri da 200.000 euro al motore fuoribordo elettrico adatto alle imbarcazioni più piccole del mercato."Speriamo di contribuire al rilancio di un settore che negli ultimi tempi ha avuto delle piccole scosse positive dopo tre o quattro anni di crisi".Tanto i semplici curiosi quanto i potenziali acquirenti a Navigami, fino al 15 maggio, possono comunque salire a bordo delle barche dei loro sogni e talvolta provarle in navigazione, così come i ragazzi dai 6 ai 15 anni possono avvicinarsi alla vela, al canottaggio o alla canoa grazie all'area allestita per loro da federazioni sportive e associazioni.