Islamabad, 26 ott. (askanews) - Il potente terremoto di magnitudo 7.5 che ha colpito una estesa zona compresa fra Pakistan e Afghanistan ha causato la morte di circa 300 persone.Centinaia anche i feriti e molte persone ancora risultano disperse. Si teme però che il bilancio crescerà notevolmente man mano che le località più remote verranno raggiunte.L'epicentro del sisma è tra la remota provincia di Badakhshan e quelle di Takhar e Kunar, che hanno subito pesanti devastazioni, ma anche la città di Peshawar ha subito molti danni.I talebani hanno chiesto alle organizzazioni umanitarie, che si occupano di portare soccorso alle popolazioni colpite dal terremoto in Afghanistan, di non fermarsi e hanno assicurato che forniranno "completo aiuto".Per i soccorritori è difficile raggiungere le aree devastate dal sisma e spesso sotto il controllo del movimento radicale islamico. Tuttavia i talebani hanno promesso di lasciare operare in sicurezza le organizzazioni umanitarie.(immagini Afp)