Roma, (TMNews) - Il presidente del Bayern Monaco, Uli Hoeness, deve al fisco tedesco più di 27 milioni di euro e non i 3,5 milioni inizialmente dichiarati. E' il nuovo dato emerso nel corso del processo a Monaco di Baviera alla star del calcio tedesco, dopo che nel primo giorno di udienza la cifra evasa era già lievitata a 18,5 milioni di euro.Un'inquirente dell'amministrazione fiscale di Rosenheim, identificata come Gabriele H., ha rivelato al tribunale che il presidente del Bayern Monaco aveva "omesso" di versare 27,2 milioni di euro al fisco dal 2003, una cifra ancora calcolata a favore dell'imputato. Un duro colpo per il dirigente della squadra di calcio più titolata della Germania, che, se la sua "auto-denuncia" non convincerà i giudici, rischia fino a 10 anni di prigione.Fin dalle prime battute del processo, che prevede in tutto 4 udienze, l'imputato si è riconosciuto "colpevole di evasione fiscale", ma la procura di Monaco sembra propendere per l'ipotesi che il dirigente abbia agito prima di finire sulla stampa.