Roma, (askanews) - Al via i saldi estivi, tanto attesi dalle famiglie e dai negozianti. Le prime a partire, Campania, Puglia e Basilicata, seguite dalle altre regioni. Giorno clou per l'avvio delle vendite ribassate il 4 luglio, inizio del weekend. Così anche a Roma e Milano.Le speranze dei commercianti sono molte: si punta almeno a una lieve crescita rispetto ai dati deludenti dello scorso anno. Secondo le stime di Confcommercio, ogni famiglia spenderà in media circa 230 euro per l'acquisto di articoli di abbigliamento e calzature in saldo, per un valore complessivo intorno a poco più di 3,5 miliardi di euro. Con una spesa pro-capite calcolata sui 100 euro.E se in molti in passato aspettavano le vendite estive per levarsi qualche sfizio, negli ultimi anni la quota destinata ai saldi si è ridotta costantemente, in linea con le esigenze di un bilancio familiare condizionato da un calo del reddito disponibile.Ma i negozi, soprattutto delle grandi città, puntano anche sui turisti. A Milano, ad esempio, complice l'Expo, i saldi potrebbero attrarre la clientela straniera amante del bello, delle firme e del made in Italy.