Roma, (askanews) - "Sicuramente la tv, quando voi non eravate nati, era libera, scatenava grande partecipazione e la gente aveva anche la sensazione che le cose potessero cambiare. Oggi questa sensazione non c'è più, ti fanno pensare che tanto non cambia niente e potrà essere solo peggio, e ti riempiono di programmi fatti apposta per renderci passivi".

Così Sabina Guzzanti parlando ai giovani giurati al Giffoni Film Festival in un incontro in cui ha toccato vari argomenti, dall'attualità alla politica, fino alla tv, dove tornerà l'anno prossimo dopo una lunga assenza, su La7.

"La vita è sempre più angosciante - ha detto - quindi l'istinto ci porta alla fuga, ma non pensando a niente, in realtà, ti riempiono la testa di cose molto stupide e meschine che lavorano dentro di te e costruiscono la tua personalità in quel mondo".

"Si sente dire tante volte che usiamo solo il 10% del nostro cervello e pensiamo che dobbiamo trovare delle strade per far funzionare il restante 90%. Non è che usiamo solo il 10% del cervello, perché l'altra parte è inaccessibile, ma perché è piena di idiozie, questo è il punto".