Roma, (askanews) -"Chiediamo la riforma della prescrizione, la riforma dei reati contro la pubblica amministrazione, in particolare della corruzione, chiediamo personale amministrativo che ci consenta di fare i processi più di quello che già riusciamo a fare, aumentando il numero delle udienze, utilizzando tutto l'arco della giornata, senza fermarci al pomeriggio come accade purtroppo in talune realtà, per esempio in terra di camorra al tribunale di Santa Maria Capua Vetere, intervendendo con quelle riforme processuali che salvaguardino le garanzie ma facciano giustizia di tutti gli inutili formalismi". Rodolfo Sabelli, presidente Associazione Nazionale Magistrati, nel corso di una conferenza stampa a Roma.