Roma, (askanews) - Attenzione a quando partite: secondo il Viminale l'unica giornata da bollino nero per l'esodo estivo sarà sabato 6 agosto. Le abitudini degli italiani cambiano anche per quanto riguarda le agognate ferie, con una tendenza a "spalmarle" nei mesi che vanno da giugno a settembre. Se il 6 agosto si prevedono oltre due milioni di automobilisti in strada, ci sono però altri 12 giorni da bollino rosso. Il Piano di gestione dell'esodo per questa estate è stato presentato al Viminale alla presenza del Capo della Polizia prefetto Franco Gabrielli. Che invita a fare attenzione: "Il buon risultato dell'andamento di questo esodo dipenderà dalle persone che sono alla guida. Ascoltiamo di più le radio, e magari impegnamoci meno nella visione dei tablet e degli smartphone quando si guida."

Il piano prevede più uomini di polizia e carabinieri su strade e autostrade ed una intensificazione delle informazioni per gli automobilisti; però, sottolinea Gabrielli, la sicurezza dipende da chi è al volante: cinture, rispetto del codice, non guidare se non si è in condizione, attenzione ai bambini. E soprattutto, ribadisce il presidente di Viabilità Italia, Peppino Bisogno: "Tra le cause di incidentalità c'è certamente la distrazione e soprattutto l'uso del telefono e di altra tecnologia mentre si guida: questo non si può e non si deve fare perché ne va della sicurezza nostra e degli altri".

Le giornate da bollino rosso si concentrano nell'ultimo fine settimana di luglio, e negli altri weekend di agosto. Ma la buona notizia, a quanto pare, è che sulla famigerata Salerno-Reggio Calabria ci sarà, udite udite, solo un cantiere aperto: "Questo è veramente un notizione, io ci aprirei quasi una prima pagina di un quotidiano nazionale" ironizza Gabrielli.