Milano, (TMNews) - Primo sì al cosiddetto divorzio breve. La Camera dei deputati ha approvato la riforma del diritto di famiglia che cambia i tempi necessari per lo scioglimento del matrimonio civile: dai tre anni attuali di separazione necessari per divorziare si passa a 12 mesi se la separazione è giudiziale o a 6 nel caso della consensuale, indipendentemente dalla presenza di figli. Il provvedimento, che ora passa al Senato, è stato approvato da 381 deputati, 30 sono stati quelli contrari e 14 gli astenuti: ha votato a favore una larghissima maggioranza che comprende il M5S, Pd, Forza Italia, Scelta Civica, Sel e Fratelli d'Italia. La Lega ha lasciato ai suoi deputati libertà di coscienza, contro si sono dichiarati i Popolari per l'Italia-Udc.Le nuove norme, oltre ad accorciare i tempi della separazione della coppia, prevedono che la comunione dei beni si sciolga quando il giudice autorizza i coniugi a vivere separati o al momento di sottoscrivere la separazione consensuale. Il divorzio breve sarà operativo anche per i procedimenti in corso.