Milano, (askanews) - In Russia il leader dell'opposizione anti Cremlino Aleksei Navalny è stato condannato insieme al fratello a 3 anni e sei mesi di carcere per frode. Il blogger, uno dei maggiori oppositori di Vladimir Putin, ha avuto la sospensione della pena, dunque non finirà in cella, mentre il fratello dovrà davvero andare in carcere."Voi non avete vergogna di quello che state per fare? - ha urlato in aula Navalny dopo la lettura della sentenza e poco prima di salutare il fratello preso in custodia - "E' una vergogna, voi lo state facendo per punire ancora una volta me".Dichiarazioni drammatiche seguite dall'appello a tutti gli oppositori del governo a scendere in piazza per "distruggere il regime del presidente Putin". Un invito a manifestare che, dopo mesi di relativa calma, potrebbe tornare a riempire e infiammare le piazze di Mosca.Immagini: Afp