Mosca, (TMNews) - Aggiudicarsi all'asta un pezzo d'arte contemporanea. L'idea viene da Mosca: un artista ha dipinto una stanza con l'aiuto dei suoi figli e l'ha messa in vendita al metro quadro. Chi vince l'asta ha diritto di scelta: quanti e quali pezzi. Il resto se lo aggiudicano gli altri compratori, smembrando letteralmente i muri, pezzo per pezzo.E' successo alla Triumph Gallery, la galleria più "in" di Mosca a due passi dal Cremlino, trasformata per una sera in una sorta di Ikea chic. L'artista è Andrey Kuzkin, 34enne, che ha coinvolto nel progetto tutta la sua famiglia, bambini compresi."E una svendita di arte - ha detto - chiunque lo desideri si può prendere un quadro, anche piccolo. Lo tagliamo direttamente sul posto. Inizialmente era una camera da due metri per due, dove io ho lavorato con i miei figli. Loro con i colori, io con il nero. E adesso il tutto viene diviso tra le persone. E questo mi rende immensamente felice".Già paragonato ai padri dell arte concettuale russa Ilya Kabakov e Andrei Monastyrski, Kuzkin alla VI Biennale di Berlino stupì usando il suo corpo in una perfomance dove riproduceva il Cristo del Mantegna. Mentre nel 2011 con "Levitation Heroes" ha esposto a Torino e Venezia per il "Modernikon" organizzato da grandi nomi come Sandretto Re Rebaudengo.