Mosca, (TMNews) - Un falso che a quanto pare ha raccolto più consensi dell'originale. Il profilo ufficiale su Twitter di Dmitry Medvedev è stato "piratato" dagli hacker, che hanno annunciato le dimissioni del primo ministro russo, notizia che si è ovviamente rivelata una bufala. Il profilo sul social network di Medvedev, dal quale sono partite anche feroci critiche al presidente Vladimir Putin, è però rapidamente diventato "top trend" a Mosca, con il numero di followers che èschizzato da 10mila a oltre 2 milioni e mezzo."Mi dimetto. Mi vergogno delle azioni del governo. Perdonatemi", ha affermato il falso Medvedev nel suo account ufficiale su Twitter in lingua russa. E ancora, rivolto a Putin. "Volevo dirlo da tempo: Vova sbagli!": Vova, in russo, è l'abbreviazione di Vladimir.Medvedev, anche quando ricopriva la carica di presidente, era considerato il megafono dell'attuale leader del Cremlino. Che ha fatto scendere in campo un suo portavoce per svelare l'arcano. "L'account Twitter" di Medvedev "è stato piratato, i messaggi non sono autentici. Stiamo lavorando sul problema", ha fatto sapere attaverso l'agenzia di stampa RIA Novosti.