Mosca (TMNews) - Il leader dell'opposizione russa, l'avvocato-blogger Alexei Navalny, è stato condannato a cinque anni di detenzione ed è stato arrestato nell'aula del tribunale di Kirov che ha emesso la sentenza, riconoscendolo colpevole di appropriazione indebita.L'accusa aveva chiesto sei anni di carcere. Sotto processo da metà aprile, il 37enne Navalny è accusato di aver sottratto 16 milioni di rubli, (circa 400.000 euro) a una società forestale organizzando la vendita sottocosto di grandi partite di legname. All'epoca dei fatti per cui viene riconosciuto colpevole, l'avvocato oggi leader dell'opposizione anti-Putin, era consulente del governatore della regione di Kirov.La condanna arriva all'indomani della formalizzazione della candidatura di Navalny alla carico di sindaco di Mosca. Da tempo, e di nuovo stamattina, l'oppositore si era detto certo della condanna, a suo avviso organizzata dall'esecutivo per bloccare le sue attività politiche.(Immagini Afp)