Milano (askanews) - "Negli ultimi anni abbiamo individuato almeno due tipi di possibili soluzione: primo rendere obbligatorio i controlli, perché è impossibile avere una cognizione precisa di quella che è la situazione dell'impiantistica domestica gas in Italia senza avere i controlli. Controlli che sono il momento propedeutico rispetto all'obbligo di sanare la situazione, se emergono difformità rispetto alle norme. L'altra cosa è quella di garantire ai consumatori degli opportuni incentivi di natura fiscale, ma non solo, per fare gli interventi necessari di sostituzione o di adeguamento". Così il direttore generale di Cig (Comitato italiano gas), Michele Ronchi, in merito alle possibili misure da adottare per evitare incidenti come quello verificatosi per una fuga di gas in Via Brioschi a Milano.