Milano (TMNews) - Carnevale a rischio tossicità: la Guardia di finanza di Roma ha infatti scoperto in quattro depositi nella periferia orientale della Capitale, oltre due milioni di abiti, maschere, trucchi e giocattoli contraffatti e privi dei requisiti di conformità. In particolare inquietante l'esito delle analisi condotte dall'Arpa, che hanno evidenziato nelle maschere la presenza di quantità elevate di Cicloesanone, un composto infiammabile e nocivo, oltre che irritante per gli occhi, la pelle e le vie respiratorie. Un rischio per i bambini, principali destinatari degli articoli carnascialeschi, che ha portato alla denuncia di quattro imprenditori cinesi, amministratori delle società che gestiscono i depositi. Sempre in tema di contraffazione, le Fiamme Gialle hanno scoperto a Fiano Romano un deposito con 45mila calzature che riproducevano articoli di grandi marche, per un valore di mercato di oltre un milione di euro. In questo caso sono scattate sei denunce.