Roma, (TMNews) - Una strada killer, dove si sono verificati oltre 100 incidenti di cui 5 mortali e 40 con feriti nell'ultimo anno. I residenti della via Laurentina, zona Montemigliore, periferia sud di Roma, si sono riuniti in un Comitato spontaneo apolitico e apartitico, il Comitato delle Cinque Colline Laurentina, per denunciare una situazione inaccettabile, che riguarda in modo particolare la viabilità nel tratto che parte dal Cimitero Laurentino e arriva fino all'incrocio con via dei Castelli Romani, direzione Pomezia.Abbiamo percorso il tratto di strada. Lavori che qui e là sembrano riprendere ma rimasti fermi da oltre un anno, strada dissestata con cantieri senza alcuna sicurezza, segnaletica provvisoria a terra che confonde gli automobilisti costretti a manovre spericolate, voragini sul manto stradale, illuminazione inesistente.Lorella Seri, presidente del Comitato delle 5 Colline Laurentina: "Abbiamo delle zone in cui ci sono ancora buche, brecciolina, non c'è una buona segnalazione, la situazione è critica".Dopo un sit-in davanti alla Provincia, il Comitato ha ottenuto la disponibilità all'apertura di un tavolo tecnico affinchè i lavori, che sembrano in via di ripresa, si concludano come assicurato dalla Provincia entro l'anno e la strada torni ad essere sicura.Stefano Leprini, uno dei promotori del Comitato, assicura che i residenti monitoreranno la situazione: "Quello che ci aspettiamo è che le parole diventino fatti, speriamo che questa volta i fatti siano risolutivi".