Roma, (askanews) - "Ora c'è la mia storia, la mia faccia e quella di Virginia Raggi. Le mie idee e le sue, e su questo devono decidere i romani".

Lo ha detto il candidato sindaco di Roma del Pd Roberto Giachetti, che andrà al ballottaggio con la candidata M5S Virginia Raggi.

"Io sono per le Olimpiadi, come opportunità per la città, lei è contraria; io sono a favore dello stadio della Roma e lei no. Io sono per il completamento della metro C e la Raggi no". "Lei ha proposto come prima azione l'abolizione della carta di credito, io una rivoluzione nella parte amministrativa, che è necessaria - ha aggiunto Giachetti - io sono per la rinegoziazione del debito nell'amministrazione comunale per arrivare a ridurre le tasse, la Raggi ha proposto il baratto e la moneta alternativa. Su questo decideranno i romani".

"Io faccio un appello a Raggi e al suo staff - ha concluso il candidato del Pd - a non complicare il ballottaggio obbligando l'altro a rincorrerla. Se non ha paura che tra la rabbia e il voto positivo si perda qualcosa, facciamo il confronto e vinca il migliore".