Riad (askanews) - Clamoroso colpo di scena dinastico in Arabia Saudita. Il re Salman ha nominato erede al trono il suo ministro dell'Interno, il principe Mohammed bin Nayef, esautorando il principe ereditario, il 69enne fratellastro Moqren bin Abdul Aziz bin Saud.La rivoluzione di palazzo è stata annunciato da un laconico comunicato della corte reale. Il re ha inoltre nominato il figlio, il trentenne Mohammed bin Salman, secondo in linea di successione per il trono. "Abbiamo deciso - si legge nella nota - di soddisfare il desiderio espresso da sua Altezza di essere sollevato dalla posizione di principe della Corona". La rimozione di Moqren, che sarebbe stato l'ultimo dei figli del fondatore del regno, Abdul Aziz bin Saud, a regnare toglie di mezzo uno dei pochi fedelissimi del re Abdullah, morto il 23 gennaio scorso, ancora ai posti di comando.Il figlio del re Mohammed sarà nominato vice principe della Corona, mantenendo l'incarico come ministro della Difesa dove si trova a capo dell'offensiva contro i ribelli sciiti huthi nello Yemen. Ma dovrà rinunciare alla posizione cruciale di capo della corte reale, l'uomo cioè che decide chi può essere presentato al re. Come capo della corte, Mohammed deteneva una posizione di potere immenso all'interno della monarchia assoluta saudita.(Immagini Afp)