Roma, (askanews) - Obbligo di dimora a carico di dodici persone ritenute responsabili del reato di rissa aggravata. E' la misura cautelare eseguita dalla polizia di Stato di Lecce nei confronti di anarchici e appartenenti a Casa Pound, ritenuti gli autori di rissa aggravata in occasione della "Festa Nazionale CasaPound Italia" che si è tenuta a Lecce dal 5 al 7 settembre 2014 e che ha visto la partecipazione di circa 400 militanti.In concomitanza a tale evento, antifascisti, anarchici ed antagonisti provenienti anche da altre provincie hanno effettuato una serie di contro-manifestazioni, durante le quali hanno messo in atto condotte penalmente rilevanti, relativi a vari danneggiamenti e all'occupazione per oltre un'ora della stazione ferroviaria di Lecce, con il relativo ritardo dellapartenza di alcuni treni.In questo scenario, nella notte tra il 4 e il 5 settembre, due gruppi contrapposti hanno dato vita alla rissa violentissima.