Roma, (TMNews) - E' ripreso a Pretoria il processo a Oscar Pistorius, accusato dell'omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp, dopo l'interruzione del 20 maggio allo scopo di valutare la sua sanità mentale al momento dei fatti contestatigli, nel 2013. "Pistorius non soffriva di alcun problema mentale o malattia che avrebbe potuto renderlo penalmente irresponsabile dell'atto di cui è accusato", hanno concluso i quattro esperti chiamati a esaminare il caso."Pistorius era in grado di capire che ciò che ha fatto era sbagliato", ha aggiunto il team di esperti, composto da tre psichiatri e uno psicologo.Le udienze erano state sospese il 20 maggio per consentire all'ex campione paralimpico di sottoporsi ad accurati esami in un ospedale psichiatrico di Pretoria e ottenere una diagnosi indipendente sulle sue condizioni di salute mentale.Barry Roux, l'avvocato difensore di Pistorius, non si è pronunciato immediatamente sulle conclusioni degli esperti. Il giudice Thokozile Masipa, da parte sua, ha ordinato il proseguimento dell'inchiesta con la convocazione in aula dei testimoni citati dalla difesa.