Vienna (TMNews) - I negoziati tra il gruppo 5+1 e l'Iran sul programma nucleare di Teheran sono ripresi a Vienna sotto la direzione della signora Ashton, capo della diplomazia europea, e del ministro degli esteri iraniano Javad Zarif. Il gruppo 5+1 (i paesi membri permanenti del consiglio di sicurezza Onu più la Germania) è determinato a ottenere un accordo con l'Iran prima del 20 luglio.Le divergenze maggiori tra le due parti riguardano l'effettiva estensione dei programmi nucleari iraniani - in particolar modo il numero e il tipo di centrifughe nucleari - e il calendario per la revoca delle sanzioni internazionali nei confronti dell'Iran.Obiettivo finale dei negoziati è quello di raggiungere un accordo definitivo e globale sul dossier nucleare iraniano, sulla base dell'intesa temporanea (valida sei mesi ma prorogabile per altri sei) firmata il 20 novembre scorso ed entrata in vigore il 20 gennaio.Ieri sul tema del negoziato era intervenuto il segretario di stato Usa, John Kerry con un articolo sul Washington Post. Un accordo con l'Iran sul suo programma nucleare è ancora possibile, aveva detto, ma la scadenza del 20 luglio si sta avvicinando e Teheran "deve scegliere", perchè gli Stati Uniti e i suoi partner non acconsentiranno a una proroga dei negoziati solo per tirarla per le lunghe.