Rio de Janeiro (askanews) - Il "Bondinho" è ripartito. Il tram storico di Rio de Janeiro ha ripreso a viaggiare tra le salite del quartiere di Santa Teresa. La sua corsa si era fermata nell'agosto del 2011 dopo un incidente per un guasto tecnico che costò la vita a cinque persone. I lavori di ammodernamento e messa in sicurezza dovevano terminare in tempo per i Mondiali di calcio in Brasile del 2014, ma sono andati avanti a oltranza. E ora solo il 10% del suo percorso è operativo. Le autorità contano di aprire tutta la linea prima dell'avvio dei Giochi olimpici del 2016. Nonostante l'attesa snervante e i continui disservizi gli abitanti del quartiere ora sono contenti"Il tram è sicuro al cento per cento - dice un pensionato - E' stata lunga ma finalmente è arrivata l'ora di riprendere il tram". "La cultura carioca è salva. Questa tramvia fa parte della nostra storia. E' una grande eredità per la città di Rio. E' stato meraviglioso", dice un ragazzo.Nato oltre 100 anni fa, il Bondinho era l'unico mezzo a unire il pittoresco quartiere di Santa Teresa, un rifugio bohemien abitato da tanti artisti, al centro della città. Dotato oggi di freni magnetici, sistema Gps e circuito di telecamere, il nuovo Bondinho rispetta la tradizione centenaria dei primi tram ma integrandola con delle novità che lo rendono più moderno e sicuro. Un mezzo degno di una capitale mondiale che vive tra tradizione e modernità.(immagini Afp)