Milano (askanews) - I cantieri non sono ancora chiusi, ma la Darsena di Milano, il bacino d'acqua da cui si originano il Naviglio Grande e quello Pavese, torna a vivere dopo lunghi mesi di lavori e recupero. Il sole dei giorni successivi alla Pasqua ha messo in luce il perdurante fascino di un'area, un tempo portuale, la cui valorizzazione sembra essere del tutto coerente con il tema della sostenibilità ambientale legato all'Expo. E così i milanesi e i turisti osservano il nuovo specchio d'acqua con curiosità, anche per la presenza in rada di una barca a vela, mezzo di trasporto non proprio consueto nell'operoso, ma continentale, capoluogo lombardo. Dalla domenica di Pasqua è ripresa anche la navigazione sui Navigli, e Milano, complice anche la luce primaverile, riscopre la propria vocazione più, se si può dir così, marinara.