Roma, (askanews) - Dalla strage di Ciaculli nel '63 che lo spinse a lasciare Milano per tornare nella sua Sicilia, nella polizia di Palermo, fino alla sua uccisione il 21 luglio del '79 per mano di Cosa Nostra. Ripercorre quasi tutta la carriera del vice questore Capo della Squadra Mobile di Palermo, la serie tv "Boris Giuliano - Un poliziotto a Palermo", in onda su Rai1 in prima serata il 23 e 24 maggio, in occasione della settimana della Legalità. La fiction, diretta da Ricky Tognazzi, ne racconta la personalità determinata, il coraggio, le indagini e il modus operandi senza compromessi che trasformarono l'attività investigativa della Mobile di Palermo, e che fu la base per la successiva istruttoria di Falcone e Borsellino che portò al maxiprocesso.

Boris Giuliano in tv è Adriano Giannini che ha avuto l'occasione di incontrare gli uomini che fecero parte della sua squadra e i suoi familiari.

"Avvengono degli scambi umani forti che da attore non mi erano mai successi, mi hanno aiutato a capire di più il personaggio queste persone che lo hanno conosciuto, mi sono fatto un'idea dai loro racconti, da come mi guardavano nella mia rappresentazione di Giuliano".

"L'ostinazione, il senso di giustizia, questa grande moralità, sono quelli gli aspetti su cui abbiamo lavorato, ma anche la sua ironia".

Ricky Tognazzi che da regista si è spesso misurato con storie vere e con la criminalità organizzata come nei film "La scorta" e "I giudici", si è documentato a lungo, ha ascoltato testimonianze di amici, colleghi e familiari, per raccontare a tutto tondo Giuliano.

"Cocciuto, aveva questa mania di voler arrivare alla verità, voleva capire, e questa ostinazione lo ha condannato, perché la mafia forse sopporta anche un poliziotto che fa il suo dovere ma se è ostinato allora comincia a diventare un rompicoglioni... Era a tanto così dalla verità, da una verità che forse avrebbe cambiato la storia".

Nel cast ci sono tra gli altri Nicole Grimaudo, che fa la moglie di Giuliano, Maria, ed Ettore Bassi nei panni di Tonino De Luca il suo vice, scomparso di recente e a cui la serie è dedicata.