Roma, (askanews) - Armati di raschietti, pennelli e spugnette metalliche un gruppo di volontari ha rimesso a nuovo un angolo della periferia sud di Roma, largo don Orione (VII Municipio). Un'azione congiunta realizzata da Perkin Elmer, multinazionale americana leader negli screening neo-natali, e Retake Roma, l'ormai nota associazione di volontari per il decoro urbano della Capitale. Laura Lentini, socia di Retake Roma e responsabile del progetto Retake Aziende:

"E' un'attività che abbiamo sviluppato con i dipendenti delle aziende che hanno delle giornate di volontariato nelle proprie società", ha spiegato.

Nel giro di poche ore, i retakers e i dipendenti della Perkin Elmer hanno eliminato graffiti, verniciato un muro completamente ricoperto di scritte, rimesso a nuovo un nasone, le tipiche fontanelle romane, e spazzato il piazzale abbandonato al degrado da mesi.

"In un anno abbiamo fatto 7-8 interventi con le aziende, alcuni con più dipendenti, altri meno. L'azienda si accorda con noi sul giorno, il numero di dipendenti che ha a disposizione, acquista i materiali, scegliamo una location e prepariamo un piano di attività - ha aggiunto Lentini, sottolineando - Il messaggio che vogliamo far passare è che la città è di tutti ed è una città bellissima e i beni pubblici e privati sono spazi per tutti quanti, quindi un parco è un bene di tutti e tenuto bene è un piacere per tutti quanti".