Belfast (TMNews) - Resta alta la tensione nell'irlanda del Nord per gli scontri tra agenti di polizia e gruppi di lealisti nella regione dell'Ulster, fedeli alla corona britannica. Un autobus è stato incendiato e alcuni agenti hanno sparato proiettili di gomma contro i manifestanti, come documentato anche dalle immagini della Bbc. I disordini si sono registrati in due località circa una quindicina di km a nord della capitale Belfast: i lealisti hanno lanciati molotov, mattoni e altri oggetti contundenti contro i poliziotti che hanno risposto sparando per disperdere i manifestanti.I filo britannici protestano per la decisione del municipio di Belfast, del 3 dicembre 2012, di issare la bandiera britannica, la famosa "Union Jack", solo in 18 giorni prestabiliti dell'anno anziché in modo permanente. Da allora scontri e proteste si registrano in tutto l'Ulster: una sessantina di poliziotti sono stati feriti e centinaia di persone arrestate. In Irlanda del Nord, retta dal 2007 da un governo biconfessionale cattolico-protestante, si registrano violenze da circa 30 anni (con almeno 3.500 morti) tra gli unionisti protestanti che vogliono mantenere la regione nel Regno Unito e i repubblicani cattolici che invece vogliono una unificazione con la Repubblica irlandese.