Firenze (askanews) - "Noi abbiamo detto - anche a costo di prenderci polemiche interne - che o c'è una risposta politica con la 'p' maiuscola dell'Europa, oppure chi perde la faccia è l'Europa stessa. L'Europa che ragiona dello spread, delle tasse, del bilancio, del codice burocratico e poi non agisce di fronte a una tragedia come quella che stiamo vivendo non è coerente con la propria storia". Lo ha detto il premier Matteo Renzi, in conferenza stampa a Firenze.Questo non è il tempo della demagogia", ha aggiunto. "Questo non significa che è il tempo dell'iperbuonismo, ma della serietà e della politica. Anche rispetto all'Unione europea non continuiamo a commentare singole proposte. Perché "non saranno interventi spot a salvarci"quando serve "una strategia, ampia, globale e complessiva".