Roma, (askanews) - "Il pensiero dell'Italia che risuoni in tutta l'Ue e nel mondo è questo: per ogni euro in più investito in sicurezza, ci deve essere un euro in più investito in cultura".Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi durante l'incontro "Italia-Europa: una risposta al terrore" a Roma in Campidoglio."Non saremo più liberi se ci chiudessimo nelle nostre paure, occorre investire in sicurezza, sconfiggere la paura, ma anche ricordarsi chi siamo e investire in innovazione, cultura sport" ha aggiunto.Per il presidente del Consiglio "per ogni intervento sulla cybersecurity deve crescere una start-up, per ogni telecamera nuova installata in strada, vogliamo un videomaker o un regista che sperimenti, per ogni investimento in polizia ci deve essere uno sforzo maggiore di pulizia nelle periferie. Per ogni caserma ristrutturata e restituita ai cittadini, ci deve essere un museo. Per ogni mezzo blindato in più, un campo da calcetto, per ogni arma, un canestro per strada". "Ogni centesimo speso in sicurezza non sarà un costo, ma un investimento se ci ricordiamo cosa stiamo difendendo, la nostra identità fatta di pluralismo, dialogo, tolleranza, confronto, radici e valori".